Le automobili con le alimentazioni più strane

auto aria compressa.jpgIl futuro sarà dell’auto elettrica o a idrogeno? O dei veicoli ibridi di nuova generazione?

Difficile fare previsioni, ma una cosa è sicura: con la fine del petrolio siamo destinati a vedere automobili con le alimentazioni più svariate… talvolta assai strane.

Bellissimo questo articolo di Yahoo! che ricapitola appunto le storie di veicoli con le alimentazioni apparentemente più improbabili.

Si va dall’automobile a caffè (comunque inattuabile, consuma troppo e poi bisogna pulire costantemente i filtri… e non fa nemmeno il caffè…), all’automobile a cioccolata, ideata da scienziati inglesi, dove l’alimentazione è garantita dagli scarti del cacao, all’automobile al latte: in quest’ultimo caso, lo spunto è venuto da una ricerca che faceva intravvedere la possibilità di ricavare etanolo dalla decomposizione del siero del latte.

Più avanzato invece il prototipo dell’auto ad aria: a dimostrare che non stiamo parlando di un circo barnum, ma di un prototipo esistente con tanto di gruppi di acquisto che vogliono rendere possibile l’acquisto a prezzi competitivi di quest’auto, ecco anche il sito con foto, video e informazioni sull’automobile ad aria compressa (nella foto in alto), tutto da vedere:
http://www.autoariacompressa.com/

Ad ogni modo, per finire col botto, ecco che dal Veneto, patria della grappa, è stato progettato un autobus che mette il buon umore solo ad immaginarlo.
Siori e siore, ecco l’autobus a grappa: si, un veicolo alimentato da un carburante derivato dai residui delle vinacce della Grappa.
Il derivato della nobile bevanda potrebbe alimentare i pullman a gasolio abbattendo la produzione di particolato.
La sperimentazione è in corso nel comune di Venezia… stiamo a vedere!

 

Le automobili con le alimentazioni più straneultima modifica: 2010-10-17T09:10:00+00:00da energygreen
Reposta per primo quest’articolo