Pannelli solari, come pulirli?

pulire pannello solare.jpg

Una delle cose importanti da ricordare per chi ha un pannello solare è che… prima o poi i pannelli solari vanno puliti!
Come è logico che sia, non pulirli riduce alla lunga l’efficienza energetica di un pannello solare, ossia mina alla base il presupposto di questa fonte di energia rinnovabile, che dovrebbe consentire di risparmiare sulla spesa energetica e ridurre l’impatto ambientale.

Guardando alla mia esperienza personale, un pannello fotovoltaico tende a sporcarsi molto più in fretta di quello che mi immaginassi: polvere, incrostazioni, macchie, cacche di piccione… insomma, in fondo non c’è nemmeno da sorprendersi se in poche settimane un pannello solare diventa irriconoscibile per lo sporco. Ben presto si può arrivare anche al 20/30% di meno in termini di rendimento.

Come pulire un pannello solare, dunque?

Innanzitutto leggete bene le istruzione del produttore. Alcuni pannelli potrebbero essere sensibili a determinate sostanze chimiche, altri potrebbero avere dei componenti fragili da curare con la massima attenzione. Detto ciò, nella stragrande maggioranza dei casi, non è molto diverso dal pulire una finestra: i componenti elettrici sono isolati dietro a plastica o vetro, per cui non sono a rischio.

E’ sufficiente adoperare dell’acqua demineralizzata e del detergente (io utilizzo un detergente per piatti e glassex), ma facendo attenzione a non usare una spugna o una salvietta abrasiva, che possa graffiare il pannello. Infinre, per non lasciare aloni, meglio sincerarsi di asciugare l’area lavata.

Ci sono in commercio anche prodotti specifici, ma personalmente non ne ho mai sentito il bisogno, e voi?

Pannelli solari, come pulirli?ultima modifica: 2010-10-23T19:19:41+00:00da energygreen
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Pannelli solari, come pulirli?

  1. Beh, è un buon consiglio pulire i pannelli per renderli più efficienti, anche se per molti è difficile poterlo fare visto dove vengono collocati. Comunque chi può pulisca i pannelli, così durano di più e meglio.

  2. Un’installazione con la giusta pendenza dovrebbe far si che sia sufficiente la pioggia, altrimenti chi li ha installati a tetto avrebbe un rendimento misero.
    Chiaro che dove possibile (e senza troppe ansie) dopo lunghi periodi di siccità una pulita con attenzione può essere utile.

I commenti sono chiusi.